Tingersi e lisciarsi i capelli - Il mioginecologo

Antonino Iacona

Ginecologo

Via Rodolfo Morandi, 8, 45030 Santa Maria Maddalena - Rovigo, Italia
Logo Antonino Iacona
Vai ai contenuti

Tingersi e lisciarsi i capelli

News
Tingersi e lisciarsi i capelli puo' aumentare il rischio di ammalarsi di cancro della mammella
Leggo di pericoli e disgrazie legate alla supposta presenza di elementi inquinanti nei vaccini secondo l’allarmistica vulgata di presunti nano scienziati e ricercatori semi analfabeti e sorrido perché, innanzitutto, tali allarmismi sono ampiamente smentiti da veri scienziati e divulgatori qualificati che fanno riferimento a studi e ricerche che la comunità scientifica ritiene seri ed attendibili ed in secondo luogo perché il pericolo viene da abitudini molto diffuse e fino ad ora non sospettate di essere carcinogene.
Mi spiego meglio. Oggi sono caduti sotto la mia attenzione due articoli recentemente pubblicati.
Il primo, apparso sulla rivista Cancerogenesis: Volume 38, Numero 9 del mese di Settembre 2017 sulle pagine dalla numero 883 alla pagina numero 892,
https://doi.org/10.1093/carcin/bgx060
ci rende noto che tra le donne afro americane e quelle bianche che fanno uso regolare di prodotti chimici per lisciare i capelli in associazione con le apposite piastre sia in ceramica che in ferro oppure tingono i capelli in nero o in marrone scuro con coloranti chimici i casi di cancro alla mammella sono molto più frequenti della media della popolazione femminile omologa.
L’epidemiologista Tamarra James-Todd ha dichiarato di volersi interessare d’ora in poi all’uso che le donne fanno dei prodotti coloranti e delle preparazioni chimiche usate per lisciare e tingere i capelli dopo avere letto on line quanto pubblicato nell’ultimo numero di CANCEROGENESIS aggiungendo che “Bisogna seriamente cominciare ad usare con moderazione i prodotti summenzionati e smettere di provare a modificare quanto la natura ci ha fornito”
James-Todd, professoressa alla Harvard T.H. Chan School of Public Health in Boston, che non era coinvolta in questa ricerca in una intervista telefonica ha dichiarato che “Anche se un prodotto è venduto ed usato regolarmente non è detto che esso sia sano ed innocuo”
Lo studio, che ha coinvolto 4.285 donne afro americane e bianche, è stato il primo a trovare un significativo incremento del cancro della mammella nelle donne che facevano uso di coloranti a pigmenti neri o marroni e di prodotti per lisciare i capelli (relaxers).
Le donne nere che facevano uso di coloranti per i capelli hanno mostrato un incremento del 51% della insorgenza dei tumori alla mammella rispetto a quelle che invece non ne facevano uso. Mentre nelle donne bianche che facevano uso di relaxers l’incremento del cancro della mammella era addirittura del 74 %.
Inoltre si è visto che nelle donne bianche che facevano uso di tinture in nero o in marrone il rischio era aumentato e per di più raddoppiato se facevano uso dei prodotti coloranti e liscianti contemporaneamente rispetto alle donne bianche che non facevano uso né dell’uno che dell’altro dei prodotti.
L’associazione tra i relaxers (prodotti chimici liscianti) e il cancro della mammella ha sorpreso Adana Llanos, una epidemiologa della Rutgers School of Public Health in Piscataway, New Jersey sebbene essa stessa avesse sospettato la loro pericolosità tanto da smettere di usarli già diversi anni. “Un sacco di persone mi ha chiesto se stavo dicendo alle donne di non tingersi i capelli e dinon usare prodotti liscianti” ha detto in una intervista telefonica “Non sto dicendo questo. Quello che penso è che considero realmente importante prestare maggiore attenzione all’eccessiva esposizione nell’uso di questi prodotti”
Lo studio ha incluso donne di New York e del New Yersey seguite dall’anno 2002 al 2008 che avevano avuto una diagnosi di cancro alla mammella e donne della stessa razza ed età che invece non avevano avuto storie di cancro alla mammella.
Alle donne è stato chiesto se avessero usato coloranti per capelli permanenti almeno due volte l’anno per un anno ed anche se nello stesso periodo avessero usato prodotti liscianti. Mentre la grande maggioranza di afro americane (l’88 %) aveva usato prodotti chimici per lisciarsi i capelli solamente il 5% delle donne bianche l’aveva fatto. Per le tinture invece i numeri si equiparavano per cui la differenza non era così drammatica.. Mentre il 58 % delle bianche riferivano che tingevano i capeli di nero solamente il 30 % delle nere lo faceva.
I risultati più sorprendenti mostravano un incremento di rischio maggiore nella minoranza delle donne afro americane che facevano uso di tinture e nelle donne bianche che facevano uso di liscianti chimici (relaxers).
Studi precedenti avevano dimostrato un rischio qua di insorgenza di linfomi non Hodgkins ad esito fatale e mielomi multipli altrettanto fatali. Altri studi, ancor più datati avevano dimostrato una alta correlazione tra le tinture ed il carcinoma della vescica urinaria.
Un rapporto del U.S. Centers for Disease Control and Prevention aveva trovato che l’incidenza del cancro della mammella è pressocché simile tra le donne nere e le bianche (circa 122 casi su 100.000 donne per anno) anche se le nere colpite dalla malattia hanno più probabilità di non sopravvivere.
Copertina libro Carcinogenesis
Hair product use and breast cancer risk among African American and White women | Carcinogenesis | Oxford Academic
Exposures to carcinogens in hair products have been explored as breast cancer risk factors, yielding equivocal findings. We examined hair product use (hair dyes, chemical relaxers and cholesterol or placenta-containing conditioners) among African American (AA) and White women, and explored associati...
ACADEMIC.OUP.COM

Studio medico dr. Antonino Iacona. Ginecologo,Via Rodolfo Morandi, 8, 45030 Santa Maria Maddalena - Rovigo, Italia
Torna ai contenuti